Connexion Menu

Controlli di cantina

L’OIC esegue i controlli di cantina presso i viticoltori-vinificatori e gestisce il sistema di controllo nei cantoni di Berna, Ginevra, Giura, Friburgo, Vaud, Vallese, Neuchatel, Basilea-Città, Basilea-Campagna e Soletta, questo in conformità con l’Ordinanza federale sul vino (RS 916.140).

In base al desiderio espresso dalle associazioni dei viticoltori-vinificatori, i chimici cantonali della Svizzera romanda hanno elaborato un sistema comune di controllo adatto ai viticoltori-vinificatori; trattasi dell’accordo intercantonale d’esecuzione coordinata del controllo dei viticoltori-vinificatori della Svizzera romanda.

Lo scopo dei controlli di cantina è quello di verificare il rispetto delle norme sulle denominazioni e indicazioni, in conformità alle disposizioni legali federali e cantonali.

Il sistema messo in piedi dai Cantoni firmatari prevede che i controlli siano effettuati sulla base di un’analisi dei rischi in relazione alle verifiche dei documenti, delle quantità vinificate, delle denominazioni usate e delle annate viticole. La frequenza dei controlli non può superare i 4 anni (Ordinanza sul vino, art. 35 cpv. 2).

Concretamente, i controlli di cantina danno ai consumatori la garanzia che il vino contenuto nella bottiglia è conforme a quanto indicato in etichetta.

 

I seguenti documenti costituiscono la base per i controlli:

  • récapitulatif des entrées et sorties pour chaque produit

  • diritti di produzione (certificati di produzione)

  • attestati di controllo

  • dichiarazione della vendemmia (incantinamento)

  • inventario al 31 dicembre

  • giustificativi contabili

  • ricapitolativi delle entrate e delle uscite per ogni prodotto